Vai al contenuto

Alberto Angela, 10 “chicche” poco note sul divulgatore più amato d’Italia

Alberto Angela, 10 “chicche” poco note sul divulgatore più amato d’Italia

Paleontologo e divulgatore scientifico, Alberto Angela, oltre ad essere un uomo di cultura, è anche un sex symbol conosciuto e seguito da molti italiani! Diversamente da come tanti pensano, non deve il suo successo alla notorietà del padre, ma piuttosto alla sua dedizione allo studio, che fin da bambino la spinse ad appassionarsi di storia e arte. Insieme ai tanti riconoscimenti ricevuti per le sue ricerche, gli venne dedicata anche Prunum albertoangelai, una rara specie marina rinvenuta nei mari della Colombia.

Dagli studi internazionali, fino alla storia del rapimento, scopriamo ora insieme 10 aneddoti interessante sulla vita di Alberto Angela.

1) L’abitudine mattutina

Alberto Angela, nonostante i viaggi in giro per il mondo, ha delle abitudini da tipico italiano. Lo studioso infatti ama cominciare la giornata così: “Due espressi, uno di seguito all’altro. Meglio se in compagnia della mia famiglia: quattro chiacchiere, qualche barzelletta con i figli e la giornata può cominciare. Quando sono all’estero mi porto sempre il caffè dall’Italia, non riesco a farne a meno, ovunque mi trovi”, ha raccontato in un’intervista a Io Donna.

Credits Repubblica

Continuate a leggere l'articolo:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10