Vai al contenuto

Il fascino rétro del poker: trucchi e strategie da usare nel poker online

Il fascino rétro del poker: trucchi e strategie da usare nel poker online

Il poker è il gioco di carte più famoso e giocato. Negli ultimi due decenni, questo gioco è diventato un vero fenomeno in tutto il mondo, milioni di persone hanno iniziato a praticarlo. La tendenza attuale vede addirittura un certo numero di giocatori che tentano di vivere di solo poker online sui numerosi siti di gioco d’azzardo esteri. Praticare il poker professionalmente non è un lavoro facile e i giocatori devono apprendere e utilizzare diversi tipi di tattiche per avere successo. Abbiamo elencato alcune strategie e suggerimenti di base per i tavoli di poker non AAMS. Sono quelle che riteniamo possano essere estremamente utili per coloro che sono ancora nuovi nell’entusiasmante e stimolante mondo del poker online.

Naturalmente, si dà per scontato una conoscenza di base delle regole del poker, soprattutto nella versione di Texas Hold’em. Questa, infatti, è la versione più utilizzata da chi gioca professionalmente a poker online.

Il conteggio degli out e calcolo delle probabilità

Un out è un termine nel poker usato per descrivere una carta favorevole al giocatore, in grado di migliorare la mano di partenza.

Ad esempio, avendo due carte a quadri in mano e il flop contiene due quadri e un cuore, allora si possiede un progetto di colore al flop. Ci sono 13 carte di ogni seme in un singolo mazzo. Questo dà 9 out (13-4=9) che possono far chiudere un colore. Convertire il numero di out in probabilità è molto semplice e fattibile anche per i giocatori meno esperti. Si deve usare la regola del 2 e del 4. È un’approssimazione ma è abbastanza vicina al valore reale e permette di fare calcoli molto velocemente.

Ogni out a disposizione è pari al 2% su turn e altrettanti sul river. Ad esempio, avendo in mano un 5 e un 6 e se il flop contenesse un 7, 8, e un K, allora si possiede una scala aperta. Se arriva un 9 o un 4, il punto si chiude. Ci sono quattro 9 e quattro 4 nel mazzo, il che significa 8 out favorevoli. Questo dà il 32% di possibilità di ottenere la scala al turn o al river (8×4%=32%). Il numero non è esatto, ma è abbastanza vicino.

Giocare meno mani

Molto spesso, ai nuovi giocatori di poker piace giocare quasi ogni singola mano che ottengono, quasi fossero ansiosi di giocare. Non è sicuramente una buona idea quella di buttarsi senza logica in ogni piatto.

Si dovrebbe cercare di limitare il numero di mani con cui si decide di entrare in un piatto. Essere in grado di controllarsi e foldare più mani prima dell’uscita del flop aiuta a mantenere un bankroll più stabile. Inoltre, insegna che non c’è bisogno di entrare in ogni mano per poter vincere un buon numero di piatti. La noia e l’impazienza di entrare in gioco sono nemiche del giocatore professionista, o aspirante tale. La pazienza invece farà in modo che al momento giusto, con delle buone carte, si abbia anche un buon numero di fiches da giocare.

Non esagerare all’inizio

Per chi si avvicina al mondo del poker online è bene farlo iniziando dai tavoli con limiti più bassi. Certo, potrebbe essere un po’ noioso giocare con piatti da 4 o 5 euro, ma una sessione di gioco profittevole potrebbe comunque generare un attivo di 50 o 100 euro senza troppa difficoltà.

All’inizio bisogna mettere in conto che saranno maggiori le sessioni in cui si registra una perdita, anziché il contrario. Nel caso questa avvenga troppo in fretta, molti si scoraggiano e lasciano stare la propria breve carriera di professionisti del poker online. Tuttavia, i grandi risultati richiedono tempo. Bisogna concedersi la possibilità di acquisire esperienza ai livelli più bassi, senza accusare troppe perdite. Dopo, con il tempo e l’esperienza, si sale gradualmente verso tavoli più impegnativi.

Posizione

Una delle componenti più trascurate per una redditizia sessione di poker è la posizione. Molti neofiti sottovalutano l’importanza della posizione e non sanno come trarre il massimo vantaggio dai giocatori che si trovano nelle posizioni peggiori.

Il bottone è la posizione più vantaggiosa sul tavolo, perché si agisce per ultimi e si possono osservare le azioni intraprese dagli avversari. Il posto spot a destra del dealer, noto anche come cut-off, è la seconda migliore posizione sul tavolo da poker e così via, in senso antiorario. Per questo bisogna giocare in modo più aggressivo con una gamma più ampia di mani da posizioni favorevoli e fare il contrario da posizioni svantaggiose.

Evitare le distrazioni

Potrebbe sembrare più facile concentrarsi giocando a poker comodamente da casa, ma non è sempre così. Bisogna invece crearsi una zona priva di distrazioni e prestare attenzione solo alla sessione di gioco. Molti giocatori online trovano modi diversi per riempire il tempo tra le mani. Guardare la televisione, navigare sul web, mangiare o parlare con un familiare sono le tipiche distrazioni. Queste spesso fanno saltare una mano, commettere un errore o perdere alcune informazioni sugli avversari.

Un tavolo singolo per cominciare

Una pratica molto comune tra i giocatori di poker online è quella del “grind”. Un grinder è colui che gioca a più tavoli da poker (anche più di 6) contemporaneamente. Il più delle volte, questo tipo di giocatori gioca una gamma ristretta di mani. I tempi per prendere decisioni sono molto brevi e seguire l’azione su molti tavoli richiede una concentrazione eccezionale. Il consiglio è di iniziare a giocare su un solo tavolo all’inizio e di aggiungerne gradualmente quando ci si sente pronti a padroneggiare la situazione.

Ultime considerazioni sulle tattiche nel poker online

Non c’è davvero nessun altro gioco come il poker. Non c’è da meravigliarsi se il poker è ora considerato uno sport e quasi ogni giorno ci sono tornei dal vivo ed eventi di poker in tutto il mondo. Ci sono milioni di giocatori di poker online che cercano di superarsi a vicenda e tentano di raggiungere il mitico status di “professionisti”. Con questi consigli pensiamo di aver fornito un piccolo aiuto a chi vuole intraprendere questa originale carriera. A tutto ciò vanno aggiunte pazienza, disciplina e un pizzico di fortuna prima di poter arrivare all’agognato traguardo.