Vai al contenuto

Zach Miko: il primo modello “Brawn”

Zach Miko: il primo modello “Brawn”

Da parecchi anni ormai, le modelle curvy o plus size sono state universalmente accettate nel mondo della moda tanto da sfilare in passerella e posare per le copertine delle riviste più famose. Tuttavia, per gli uomini questo passo sembra ancora lontano anche se qualcosa, forse, sta cambiando. La IMG Models, una delle agenzie più famose e importanti al mondo, ha recentemente firmato un contratto con Zach Miko, un modello “curvy” fenomeno di Instagram. L’agenzia ha quindi creato un precedente con la prima sezione plus-size per uomini, dandogli il nome di Brawn (letteralmente muscoloso, spesso). Il ragazzo ha uno stile personale che lui definisce “divertente”, ma molti lo vedono come il classico ragazzo americano molto spassoso e con una dipendenza da social media.

Essere un modello Brawn

Zach Miko ha 26 anni, è newyorkese ed è fiero di poter rappresentare il maschio americano medio in passerella. Nell’intervista fatta da Vogue dichiara infatti che è estremamente triste pensare che per la società odierna il corpo maschile sia accettabile solo se considerato “skinny“, nessuno ha imposto quelle regole e i maschi medi americani si identificano molto di più in un modello più simile a loro anche se non è perfetto. Continua inoltre affermando che le donne sono arrivate prima a questo passo perché si supportano a vicenda e perché hanno creato cose straordinarie per promuovere le taglie grandi. Conclude dicendo che essere nella sezione Brawn vuol dire mettere in luce gli aspetti positivi del proprio corpo per portarli in primo piano: la categoria Brawn insegna che tutte le taglie e le tipologie corporee sono attraenti e degne di essere mostrate con orgoglio.

L’influenza dei social network

Prima di essere “scoperto” da Ivan Bary, senior VP della IMG Models, Zach Miko era un’icona di stile su Instagram, ed è anche grazie al suo profilo sui social network che ha potuto farsi notare. Il modello afferma che è stato davvero fortunato a poter fare affidamento sui social media. Aggiunge inoltre che da quando è entrato a far parte della IMG, il suo profilo Instagram ha raggiunto gli oltre 60mila followers. Finisce dicendo che essere rappresentato da un’agenzia tanto importante come la IMG significa che la gente presta davvero attenzione a quello che fai e legittima davvero il lavoro da modello che prima stava seguendo autonomamente.