Vai al contenuto

Il fenomeno delle “nuove casalinghe”: chi sono e cosa fanno

Il fenomeno delle “nuove casalinghe”: chi sono e cosa fanno

Un tempo le casalinghe, nella maggior parte dei casi, erano costrette ad una vita in casa finalizzata solo allo svolgimento delle attività domestiche. Negli ultimi anni la situazione sembra essere cambiata notevolmente: il numero di giovani donne che hanno deciso di rinunciare al loro impiego per dedicarsi alla propria famiglia è infatti aumentato in modo considerevole. Si tratta di donne tra i 25 e i 50 anni con un alto livello di istruzione. Ambiziose, competitive e dedite alla professione, proprio per queste ragioni spesso accade che il loro lavoro non soddisfi le loro alte aspettative e le porti a tornare alla dimensione casalinga. La realizzazione a livello famigliare, infatti, diventa più importante di quella lavorativa.

Le casalinghe moderne, tra emancipazione e opportunità

Molte di queste giovani sono riuscite a diventare delle grandi imprenditrici senza varcare le mura domestiche, basti pensare alle foodblogger. Ovviamente si tratta di attività secondarie, ma possono portare grandi soddisfazioni. Lavorare in casa infatti non è più avvertito come penalizzante, riduttivo, anzi. Come afferma Federica Rossi Gasparrini di Federcasalinghe, “non si ritrovano in una figura di donna che nell’immaginario collettivo è poco emancipata. Hanno pluricompetenze e una grande ambizione: realizzare se stesse, non necessariamente attraverso il lavoro fuori casa”. Inoltre, non tutte hanno la possibilità e le condizioni per fare questa scelta: “solo chi ha un partner con una buona busta pagacontinua la Presidente di Federcasalinghe – o genitori solidi alle spalle può permettersi di farlo“. Bisogna considerare anche il fatto che, al giorno d’oggi, la gerarchia dei ruoli in famiglia sembra essere più labile. Avere un saldo stipendio non è più l’unico modo per dimostrare il proprio valore in casa.

Alcune testimonianze

Alcune di queste “casalinghe per scelta” si sono raccontate in un’intervista di Donna Moderna sull’argomento. Una di queste, Silvana Planeta, 49 anni, lavorava nell’ufficio marketing di un’importante banca italiana e ha deciso, dopo diversi anni di duro lavoro, di lasciare il suo posto per trasferirsi in un tranquillo paesino. Dichiara di non rimpiangere la sua scelta. Da quando ha iniziato questa nuova vita le soddisfazioni sono state tante: ha scritto un libro in cui ha raccontato la sua storia, ha aperto un blog e tiene un corso di inglese. Poi, c’è la testimonianza di Elisabetta Mrak, 54 anni. Da quando la fabbrica per la quale lavorava ha chiuso, ha deciso di rivoluzionare la sua vita. Ora ha finalmente il tempo di dedicarsi a sé stessa e alla sua famiglia, assicurando loro una vita sana.