tampone e coppetta mestruale

Sembra un sogno, un miraggio ma è proprio vero. La Scozia potrebbe essere il primo Paese a distribuire assorbenti gratis. Questo è una dimostrazione di grande civiltà da parte della Scozia che rende meno onerose le spese dovute all’acquisto di assorbenti che hanno un impatto economico non indifferente.

La Period Products Scotland Bill

La Period Products Scotland Bill è una proposta di legge per rendere gli assorbenti gratuiti. La legge è stata approvata ma non è ancora entrata in vigore.

Perché venga applicata, deve essere approvata per la seconda volta in Parlamento ma le premesse ci sono davvero tutte.

Questa legge, qualora fosse approvata, sarebbe un modo per consentire a tutte le donne, anche a quelle che non possono permetterselo, di prendersi cura della propria igiene personale che è un diritto a cui non si dovrebbe rinunciare. Una proposta contro la povertà e per ribadire i diritti della persona.

Ovviamente, potrebbe essere soggetta a modifiche e cambiamenti se approvata in modo definitivo.

L’Italia e l’Iva alle stelle

È molto difficile che questa proposta di legge venga presentata anche nel Paese italiano. In Italia infatti, gli assorbenti sono considerati un bene di lusso e sono tassati con un Iva al 22%. In politica si è spesso discusso di questo problema, senza arrivare a una soluzione o conclusione. L’Iva è stata abbassata solo sugli assorbenti compostabili.

Gli assorbenti sono un’esigenza per le donne, qualcosa di cui non si può fare a meno e molte personaggi del mondo del giornalismo hanno ribadito l’ingiustizia nell’equiparare l’Iva che c’è sugli assorbenti a quella che c’è su altri beni.

La giornalista Milena Gabanelli, in un video pubblicato sul Corriere della Sera due anni fa affermava: “Sono tanti i prodotti di cui è complicato fare a meno, ma per ogni donna, per almeno quarant’anni della propria vita, ce n’è uno assolutamente indispensabile: l’assorbente“. E poi, ancora: “Le mestruazioni arrivano ogni mese, durano in media dai tre ai cinque giorni e, per una questione igienica e sanitaria, bisogna cambiarsi almeno quattro volte al giorno. Si stima che in Italia le donne che ogni mese si recano al supermercato per comprare assorbenti siano 21 milioni”.

Leggi anche:

Tampon tax, Iva ridotta solo su assorbenti compostabili: aspre polemiche

Che cos’è e quali sono i vantaggi della coppetta mestruale

Slip, ecco perché hanno una tasca interna