Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

15 tatuaggi sgrammaticati: quando i tatuatori sono asini

15 tatuaggi sgrammaticati: quando i tatuatori sono asini

Dati dell’Aicpe (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) alla mano, ogni anno, 1 tatuato su 3 si sottopone al difficile e doloroso trattamento di rimozione di un tatuaggio. Spesso si tratta di tatuaggi sgrammaticati.

Numeri indicativi che fanno comprendere quante persone si pentono di aver marchiato la propria pelle: tanti sono gli errori di gioventù, i colpi di testa presi in un momento significativo come un folle innamoramento, un dolore improvviso, una svolta radicale della propria vita. O semplicemente, durante una vacanza all’estero sotto effetto dei fumi dell’alcool! Nel 2014, i “pentiti del tatuaggio” sono stati 12mila.

Per quanto ci siano degli ottimi tatuatori in circolazione ne esistono alcuni un po’ distratti o, peggio ancora, un po’… ignorantelli. Immagina la rabbia e la vergogna nel vedere marchiata la propria pelle indelebilmente con una scritta sbagliata: una lettera in più, un apostrofo dove non andava, o un’acca che non ci voleva rovinano tutta la poesia del gesto.

Abbiamo cercato sul web le vittime di tatuatori incompetenti o semplicemente asini: ecco a te i peggiori tatuaggi sgrammaticati in circolazione! Divertiti!

Questa è solo la prima BRUTTURA… Vuoi vedere le altre? Procedi nella Gallery! 

Continua a leggere: